Gli Smart Data per la Smart City

Gli strumenti che si utilizzano per fare analisi di marketing e analisi territoriali, ma anche le analisi di web e social sentiment e lo studio di interessi sui social, si possono applicare anche in ambito Smart City.

Si tratta di considerare le persone non consumatori o clienti come fanno le aziende private, ma cittadini che usufruiscono di servizi messi a disposizione dalla città, e che vivono in un contesto che è un mix tra realtà pubbliche e private.

Ne abbiamo parlato con Cristiano Magi di Your Future, società che si occupa di raccogliere e interpretare gli Smart Data, attualmente impegnata in un progetto di sperimentazione con il Comune di Torino. L’azienda, insieme al Politecnico e ad altre aziende private, supporta il Comune nell’arricchimento delle basi dati e nell’interpretazione di questi.


Cristiano Magi, Your Future

Una collaborazione che concorre alla creazione di un vero e proprio sistema di dati unificato, dove vanno a conguagliarsi tutti i dati che poi verranno analizzati per ricavare informazioni utili e modelli predittivi.

Oltre ai propri strumenti, il Comune può accedere agli Smart Data direttamente su piattaforme dedicate che gli forniamo, per una consultazione più semplice e veloce. La piattaforma include anche un sistema di alert, che avvisa se un certo argomento diventa importante su web e social” –  racconta Cristiano Magi.

Oltre che da web e social, i dati raccolti provengono, ad esempio, ISTAT, Camera di Commercio, celle telefoniche, archivi di aziende… Alcuni sono disponibili open, altri sono database proprietari, ma il lavoro più grande è quello della riunificazione del dato. Come ci conferma Cristiano Magi:

Per capire effettivamente che cosa c’è sul territorio, la riconciliazione delle informazioni diventa fondamentale”.

Smart Data a servizio della Smart City: vantaggi

Grazie a questa mole immensa di dati, si possono fare numerose analisi che riescono ad aiutare l’Amministrazione ad indirizzare azioni e politiche di sviluppo della città o di specifiche aree.

I dati raccolti, infatti, possono informare sulla percezione di sicurezza o insicurezza in determinate aree, oppure su quali sono gli eventi culturali più o meno apprezzati, ma anche su come i cittadini si relazionano a trasporti pubblici, musei e servizi.

Inoltre, attraverso i dati una città può capire qual è la vocazione di una determinata area, quali attività commerciali ci sono, oppure qual è la spesa media in un ristorante della zona. E non è tutto:

è anche possibile analizzare il reddito di una certa area rispetto ad un’altra, che tipo di persone ci sono, se ci sono turisti, capire come si muovono le persone, se c’è molto pendolarismo, da dove provengono o cosa fanno i pendolari. Tutto questo, ovviamente, GDPR compliant, senza quindi invadere la privacy dei cittadini” – ci spiega Cristiano Magi.

Cittadini virtuosi grazie a Gamification e Blockchain

Come abbiamo visto, la raccolta dati per una Smart City è molto importante al fine di comprendere cosa accade davvero sul territorio. Ugualmente importante è anche però riuscire a far raccontare la città dai cittadini, attraverso i dati.

In questo il Comune di Torino crede molto e noi li stiamo supportando. A questo proposito, stiamo pensando di attivare una Gamification per spingere i cittadini a compiere delle azioni positive, ad esempio relativamente all’utilizzo delle bici o del trasporto pubblico, o per la raccolta differenziata” – ci racconta Cristiano Magi.

Attraverso dei piccoli premi, che possono essere anche semplici gratificazioni con dei badge all’interno di App, si possono ottenere molti vantaggi per la collettività, e questo sistema verrà sperimentato a Torino.

L’altra cosa sulla quale stiamo pensando è l’utilizzo della Blockchain in ambito città. Ci sono delle sperimentazioni, ad esempio sul catasto, in altre città che permettono di far risparmiare soldi sia all’Amministrazione, sia ai cittadini, e di ottenere una tracciabilità maggiore e un aggiornamento costante degli archivi” – continua Cristiano Magi.

Altro campo di applicazione che è in fase di sviluppo e che si lega alla Gamification è quello di prevedere una serie di benefici per i cittadini virtuosi che si impegnano a fare qualcosa in più per la collettività, dando accesso ai premi attraverso un sistema gestito tramite Blockchain.

Un sistema, quindi, che si autoregola per la registrazione dei partecipanti e delle transazioni, in modo tale che soggetti diversi possano offrire premi ai cittadini. In questo modo si possono creare dei sistemi di premiazione che vanno oltre la singola catena, coinvolgendo soggetti diversi che la Blockchain permette di raggruppare.

Ad esempio, una card della città potrebbe dare accesso a ingressi gratuiti o scontati a mostre e musei, e contemporaneamente sconti su diverse catene di negozi, anche se prive di un sistema informatico che le unisce.

Di Smart City ne parleremo a ILLUMINOTRONICA 2018, la mostra convegno dedicata al mercato dell’integrazione, che si terrà dal 29 novembre all’1 dicembre 2018 alla Fiera di Bologna.

ISCRIVITI

resta aggiornato sulle ultime novità dell'edizione 2018

1

TECNO scarl in qualità di Titolare del trattamento dei dati personali, con sede in MILANO, intende rendere un’adeguata informativa alle persone fisiche che operano in nome e per conto che operano in nome e per conto dei fornitori, dei clienti, dei partner e di altri soggetti ai sensi dell’art. 13 Reg. Eu. 2016/679. Il Trattamento è realizzato per eseguire il contratto di cui ciascun fornitore, cliente, partner e di altro soggetto ed è parte o all'esecuzione di misure precontrattuali o post-contrattuali adottate su richiesta dello stesso, pertanto, potranno essere trattati dati personali delle persone fisiche che operano in nome e per conto dei soggetti indicati per le seguenti finalità: per inoltrare comunicazioni, formulare richieste o evadere richieste pervenute, scambiare informazioni finalizzate all’esecuzione del rapporto contrattuale, ivi comprese le attività pre e post contrattuali. Con riferimento all’art. 7 del d.lgs. 196/2003 e dagli artt. 12 a 22 del Reg Eu potrà esercitare i seguenti diritti: di accesso, di rettifica, alla cancellazione, alla limitazione del trattamento, alla portabilità, di opposizione, di opposizione al processo decisionale automatizzato del GDPR 679/16, l’interessato esercita i suoi diritti scrivendo al Titolare del trattamento al seguente indirizzo mail privacy@tecno.company, specificando l’oggetto della sua richiesta, il diritto che intende esercitare e allegando fotocopia di un documento di identità che attesti la legittimità della richiesta. Leggi l'informativa completa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.