Linkedin Icon
Facebook Icon
Facebook Icon

Quale sarà il futuro del Digital Out-of-Home?

Sai cosa è il Digital Out-of-Home?

Il Digital Out-of-Home (chiamato anche DOOH) sono contenuti multimediali dinamici visualizzati su schermi. Puoi trovarli ovunque: dai bar ai negozi, ristoranti o centri commerciali, ma anche affissi in piazza o alle fermate dell’autobus. Insomma, possono essere presenti in tutti i luoghi in cui puoi dedicare un attimo del tuo tempo a guardare le immagini che si muovono sullo schermo.

Cosa può fare?

Questi dispositivi non si limitano ad accogliere differenti contenuti multimediali, e quindi riprodurre immagini, video o suoni, ma permettono anche un’interazione con gli utenti (ad esempio attraverso gli smartphone) e con l’ambiente stesso.
Coca cola, Mc Donald, Ikea, Nike sono solo alcuni dei brand che credono fortemente nel Digital Out-of-Home e creano campagne ad hoc, in grado di sfruttare i momenti di attesa e di relax dei potenziali clienti per promuovere prodotti (o il marchio stesso) attraverso pubblicità di grande effetto.

Il futuro del digitale signage

Il mercato del Digital Out-of-Home sta crescendo esponenzialmente: un’analisi di PwC del 2017 dimostra che “I ricavi italiani del segmento cresceranno con un CAGR pari all’1,2% lungo il periodo previsionale e si stima raggiungeranno 187 milioni di Euro nel 2021. Tale tasso di crescita continuerà a seguire la media dell’Europa occidentale del 2,1%. Dopo alcuni anni di ritardo, l’Italia sta rapidamente recuperando nel settore Digitale dell’Out-Of-Home (DOOH), che oggi rappresenta oltre un quarto del mercato OOH italiano.”

La crescita del mercato è stata resa possibile anche grazie alle nuove tecnologie che hanno permesso la creazione di dispositivi più resistenti e interattivi.
Fino a poco tempo fa, infatti, i costi per installare uno schermo in un luogo all’aperto, non controllato, erano molto alti; soprattutto se si considera il rischio di atti vandalici o i danni che pioggia, vento, freddo o caldo, potevano causare. Inoltre un’eccessiva esposizione solare poteva rendere totalmente inutile la presenza del display.
Oggi, con l’evoluzione della tecnologia, possiamo dire di aver (se non risolto) sicuramente migliorato queste problematiche e l’utilizzo del digital signage è decisamente aumentato.

Considerando che l’innovazione tecnologica marcia a ritmo spedito, cosa ci dobbiamo aspettare per il DOOH del futuro?

Ad ILLUMINOTRONICA  (Bologna, 29-30 novembre, 1 dicembre) un’intera area sarà dedicata all’integrazione audio-video, continua a seguirci per non perdere le novità audio-video del 2018!

Vuoi invece specializzarti nell’integrazione audio video?
SmartPRO, oltre a corsi base da 16 ore per ottenere la qualifica di installatore evoluto, offre anche corsi di specializzazione in sei diversi settori, tra cui MULTIMEDIA. Scopri qui i prossimi corsi in programma!

 

Ti potrebbero interessare anche:

I Festival delle luci fanno bene alle nostre città

Integrazione e formazione: il futuro passa da qui

ILLUMINOTRONICA 2018: Internet of Minds