Linkedin Icon
Facebook Icon
Facebook Icon

L’industria del lighting cambia pelle

Il settore del lighting è definitivamente entrato nell’era digitale.
Lo abbiamo visto all’ultimo Light + Building e lo stiamo sentendo dagli annunci delle aziende e dei protagonisti del mondo dell’illuminazione.
Ma cosa sta succedendo esattamente?

Lighting: una trasformazione profonda

Partiamo da una notizia di poco tempo fa… Philips Lighting ha annunciato che cambierà nome in Signify. Cosa significa? Se uno dei colossi dell’industria dell’illuminazione a livello mondiale decide che il suo nome non è più al passo con i tempi… un motivo ci sarà.
Philips ha infatti scelto di trasmettere una nuova e distintiva corporate image legata all’idea che la luce sta diventando un linguaggio intelligente in grado di connettere e comunicare significato.

L’esempio di Philips è sicuramente significativo. Dalla sua apparizione a Francoforte l’azienda ha effettuato lanci di nuovi prodotti sempre più connessi e progetti basati sull’utilizzo della tecnologia Li-Fi che dimostrano come l’azienda stia cambiando pelle.

Verso la luce connessa e l’IoT

Molte aziende hanno fatto dichiarazioni simili. La stessa Zumtobel, che noi tutti conosciamo, si è presentata alla kermesse tedesca con un’area dimostrativa per presentare il suo progetto Active Light. E il suo motto è stato: “Lights. Connectivity. Inspiration.” (Luci. Interconnessione. Ispirazione).

Dal canto suo, Osram ha annunciato da poco l’acquisizione di un’azienda specializzata in software, Digital Lumens, per rafforzare l’offerta di soluzioni digitali all’avanguardia nell’ambito della gestione degli edifici e delle applicazioni IoT.

I casi citati si riferiscono a quanto sta avvenendo nel settore SSL – solid state lighting in cui si parla sempre più spesso di luce connessa e di Internet of Things (IoT).

Un’illuminazione che cambia

Questo cambiamento epocale è riassunto perfettamente nelle parole di Giovanni Marafelli di Xicato, in una intervista di poco tempo fa dalla nostra redazione.
“Come azienda che ha sempre lavorato nel mondo dell’illuminazione fabbricando LED di estrema qualità e supportando i lighting designer nei loro progetti – ci ha spiegato Marafelli – Xicato ha recentemente affrontato una grossa trasformazione. Abbiamo capito che strategicamente dovevamo spostarci verso nuovi obiettivi e in modo particolare verso quelli che sono i sistemi di controllo della luce. Rispetto ai modi tradizionali, alcune fiere di settore come L+B ci ha mostrato che una delle strade del controllo dell’illuminazione è il bluetooth.
Abbiamo identificato nuove figure presenti sul mercato, come system integrator, switches manufacturer o driver manufacturer o produttori di user interface e abbiamo capito che tutti si stanno muovendo verso questo settore.”

A ILLUMINOTRONICA 2018, dal 29 novembre all’1 dicembre 2018 a Bologna, potrete conoscere questo cambiamento dell’industria del lighting. E scoprire le tenologie che ne sono alla base.

 

ISCRIVITI

resta aggiornato sulle ultime novità dell'edizione 2018

1

TECNO scarl in qualità di Titolare del trattamento dei dati personali, con sede in MILANO, intende rendere un’adeguata informativa alle persone fisiche che operano in nome e per conto che operano in nome e per conto dei fornitori, dei clienti, dei partner e di altri soggetti ai sensi dell’art. 13 Reg. Eu. 2016/679. Il Trattamento è realizzato per eseguire il contratto di cui ciascun fornitore, cliente, partner e di altro soggetto ed è parte o all'esecuzione di misure precontrattuali o post-contrattuali adottate su richiesta dello stesso, pertanto, potranno essere trattati dati personali delle persone fisiche che operano in nome e per conto dei soggetti indicati per le seguenti finalità: per inoltrare comunicazioni, formulare richieste o evadere richieste pervenute, scambiare informazioni finalizzate all’esecuzione del rapporto contrattuale, ivi comprese le attività pre e post contrattuali. Con riferimento all’art. 7 del d.lgs. 196/2003 e dagli artt. 12 a 22 del Reg Eu potrà esercitare i seguenti diritti: di accesso, di rettifica, alla cancellazione, alla limitazione del trattamento, alla portabilità, di opposizione, di opposizione al processo decisionale automatizzato del GDPR 679/16, l’interessato esercita i suoi diritti scrivendo al Titolare del trattamento al seguente indirizzo mail privacy@tecno.company, specificando l’oggetto della sua richiesta, il diritto che intende esercitare e allegando fotocopia di un documento di identità che attesti la legittimità della richiesta. Leggi l'informativa completa

Potrebbero interessarti anche:
– Le 10 tendenze del LED lighting nel 2018

– Li-Fi: trasmettere dati con la luce