La leadership etica si costruisce con la human centric lighting

leadership LED human centric lighting ILLUMINOTRONICA

Seoul Semiconductor punta alla leadership del mercato LED con proposte human centric lighting, finalizzate cioè a fornire una qualità luminosa attenta alle reali esigenze della persona.

È possibile per un’azienda fare business in modo etico? Puntare alla leadership del settore, contribuendo nello stesso tempo a migliorare la qualità di vita di chi sperimenta i prodotti realizzati? Sì, è possibile. Lo dimostra il modello pianificato da Seoul Semiconductor, che vuole diventare entro il 2022 il primo produttore di LED lighting a livello mondiale per fatturato. “L’attuale CEO nonché fondatore vuole cambiare in meglio il mondo. Centrare obiettivi di business è certamente prioritario, ma altrettanto cruciale è migliorare la qualità della vita delle persone. Come ci si prefigge di farlo? Attraverso la tecnologia”, spiega Carlo Romiti, neo vice president sales Emea dell’azienda sud coreana.

Quali sono le soluzioni tecnologiche messe in campo per puntare a un concetto di LED sostenibile e human centric?

Abbiamo introdotto negli anni tecnologie innovative, a partire da Acrich, che prevede il funzionamento del LED direttamente a tensione diretta, contando su un netto risparmio energetico, dato dalla mancanza di un convertitore AC-DC. Circa otto anni fa abbiamo introdotto il primo LED da 100 lumen watt, il primo con Color Rendering Index 93, quando nessuno si preoccupava della qualità della luce. Da due anni abbiamo dato il via a SunLike, in collaborazione con Toshiba Materials, : una soluzione che a nostro avviso cambierà il panorama del Solid State Lighting. Si tratta di una tecnologia LED full spectrum, ossia con uno spettro luminoso del tutto simile a quello solare e senza picchi blu. Oltre a garantire elevata qualità luminosa, contando anche su un CRI 97 e altri valori d’eccellenza, intende puntare sulla quality of life, in termini di attuare una luce che rispetti il ciclo circadiano e in ottica human centric lighting. Siamo in contatto con numerosi esperti mondiali della ricerca medico-scientifica, tra i quali segnalo il dottor Octavio Perez, uno dei massimi esperti mondiali in tema di HCL, per portare sempre più esempi clinici a supporto della bontà di SunLike, la tecnologia artificiale che meglio si sposa alle esigenze naturali dell’essere umano.

Sunlike Seoul Semiconductor human centric lighting
Sunlinke è una tecnologia LED full spectrum, ossia con uno spettro luminoso del tutto simile a quello solare

Anche a livello di critica, abbiamo riscontrato da tempo un ampio apprezzamento testimoniato anche da numerosi premi. Solo nell’anno in corso abbiamo vinto tre riconoscimenti di prestigio internazionale, l’ultimo dei quali a LuxLive 2018 come “Best technology of the year”.

Per centrare i vostri obiettivi di business quali saranno i vostri “assi nella manica”?

Noi abbiamo soluzioni esclusive, con alcune core technology che pensiamo proprio ci permetteranno di fare la differenza. Si consideri che Seoul Semiconductor conta 12mila brevetti, che ne fanno a livello mondiale la società con più patent relative alla produzione di LED. Le tecnologie che ci rendono unici sono: SunLike, Acrich e WICOP. Quest’ultimo – acronimo di wafer-level integrated chip on PCB – è un prodotto per esterni dalle caratteristiche innovative, lanciato quattro anni fa a Light+Building ma ancora oggi di assoluta eccellenza.

Seoul ha deciso per una strategia che non punti alla realizzazione di lampade, bensì garantisca le migliori tecnologie ai suoi clienti, ovvero le aziende di general lighting, potendo offrire i moduli già assemblati in un PCB senza intermediari, offrendo loro già la sorgente luminosa già plug and play.