Feltre diventa smart city e cambia luce in base al meteo

Feltre_Piazza_Maggiore_progetto_illuminazione_Illuminotronica_smart_city

Un progetto di illuminazione diverso, focalizzato sull’identità e sul carattere del luogo nonchè sul senso di appartenenza e sulle emozioni dei cittadini.
Un concept di smart city che parte dalla volontà di trasformare la città in un attore parlante e interattivo. In cui luci e colori possono variare a seconda delle manifestazioni, degli eventi esterni e soprattutto del meteo e delle condizioni atmosferiche. Utilizzando le storiche lanterne del centro storico come barometri e strumenti di comunicazione e informazione a cittadini e turisti.

Stiamo parlando del progetto di illuminazione del centro storico di Feltre, la cui case history sarà raccontata a Illuminotronica. All’interno del convegno “Luci e ombre della Smart City. Città sempre più intelligenti, digitali e sostenibili e nuovi servizi per il cittadino”, in programma Giovedì 12 ottobre alle ore 14 presso l’area Agora del pad.5.

Il progetto di illuminazione e smart city

L’idea parte dalla volontà di mantenere e ripristinare le storiche lanterne, espressione dell’antica arte fabbrile del luogo. Queste lanterne, opportunamente ri-elettrificate con apparati illuminanti a LED con luce bianca tunable white saturabile sino alla dominante pastello e bassa intensità, vogliono restituire il senso dell’attuale utilizzando tecnologia contemporanea.

La luce come racconto grazie anche all’uso della tecnologia Beacon. La città diventa Smart City parlando ai suoi turisti e ai suoi cittadini. “E’ la Città stessa a raccontare la sua storia, l’architettura e l’arte, la città.” Attraverso sistemi di comunicazione in grado di fornire diverse informazioni al turista altre informazioni in prossimità dei centri luminosi.

 

Feltre come “porta delle Dolomiti Attiva”

La città di giorno è traguardabile nello straordinario fondale Dolomitico. La montagna diventa un elemento imprescindibile del progetto di illuminazione. Per questo motivo, il progetto vuole confermare questa posizione e personalità.

La tecnologia oggi consente di inviare un segnale che sia in grado di determinare il grado di colore della luce bianca nella notte successiva in base alle condizioni meteo. Così le lanterne diventano anche barometri, in grado di indicare che tempo farà il giorno successivo.

 

Feltre come “teatro di molteplici attività”

La cittadella di Feltre svolge un ruolo chiave nelle manifestazioni ed eventi della città. L’impianto è pensato con un sistema di gestione basato sulla tecnologia BLE 4.0. Per permettere la gestione delle scene luminose e regolare la luminosità in base a quanto previsto anche dalla Legge in tema di inquinamento luminoso della Regione Veneto. E’ inoltre possibile la gestione straordinaria dell’illuminazione in caso di eventi, andando a regolare la singola area dove si svolgerà la manifestazione, per evitare interventi temporanei di installazione di apparecchi. E utilizzare invece un sistema coordinato di impianto che possa svolgere le attività di illuminazione funzionale, scenografica e illuminazione per manifestazioni.

 

Il progetto è raccontato da Francesco Iannone, Studio Consuline, e Giovanni Albertin/Daniele Pessotto di Albertin Company il 12 ottobre a Illuminotronica. Vuoi partecipare? Registrati subito, è gratis