Cosa sono e come ottenere i Certificati Bianchi (TEE)

Cosa sono e come ottenere i certificati bianchi (TEE) - Illuminotronica

TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (CERTIFICATI BIANCHI)

Vedi il Decreto del 11 gennaio 2017 – Pubblicato in gazzetta ufficiale il 3/4/2017 (in vigore dal 4/4/2017)

I Certificati Bianchi, o Titoli di Efficienza Energetica (TEE) sono titoli negoziabili che certificano i risparmi energetici addizionali, conseguiti negli usi finali di energia, realizzando interventi di incremento dell’efficienza energetica.
Per addizionali si intende maggiori rispetto a quelli conseguibili dal sistema tecnologico assunto come punto di riferimento.

Viene riconosciuto un Certificato per tutta la vita utile dell’intervento (stabilita dalla normativa in base alla tipologia di progetto) per ogni TEP (Tonnellata Equivalente di Petrolio) di risparmio conseguito grazie alla realizzazione dell’intervento di efficienza energetica.

AMMISSIBILITÀ

I progetti che possono usufruire degli incentivi sono quei progetti non ancora iniziati in grado di generare risparmi energetici addizionali.
Per ottenere i certificati bianchi bisogna realizzare progetti con componenti nuovi o con componenti rigenerati (che non hanno mai usufruito di TEE).
In base al tipo di risparmio energetico conseguito si distinguono 4 tipologie di TEE:

  • Titoli di Tipo I – Riduzione dei consumi di energia elettrica;
  • Titoli di Tipo II – Riduzione dei consumi di gas naturale;
  • Titoli di Tipo III – Riduzione dei consumi di altre forme di energia non realizzati nel settore dei trasporti;
  • Titoli di Tipo IV – Riduzione dei consumi di altre forme di energia realizzati nel settore dei trasporti.

Alcuni esempi di progetti ammessi per quanto riguarda l’ambito civile:

  • Installazione di caldaie e generatori di aria calda;
  • Interventi di isolamento termico;
  • Retrofit e realizzazione di edifici a energia quasi zero.

La tabella 1 dell’Allegato 2 mostra tutti i tipi di intervento che beneficiano di certificati bianchi.

CUMULABILITÀ

I certificati bianchi non possono essere cumulati con altre tipologie di incentivi statali richiesti per il medesimo progetto.

MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEI RISPARMI

Sono previste due modalità di valutazioni dei risparmi:

  • Metodo a consuntivo

Quantifica il risparmio energetico addizionale conseguito attraverso la realizzazione del progetto a consuntivo (PC) tramite una misurazione puntuale delle grandezze caratteristiche, sia nella configurazione ex ante sia in quella ex post.
I progetti a consuntivo devono però aver raggiunto un risparmio energetico di almeno 10 TEP nel primo anno di rendicontazione.

  • Metodo standardizzato

Quantifica il risparmio energetico addizionale conseguito attraverso la realizzazione del progetto standardizzato (PS) ed è rendicontato sulla base di un algoritmo di calcolo e della misura diretta di un idoneo campione rappresentativo dei parametri di funzionamento che caratterizzano il progetto sia nella configurazione ex ante sia in quella ex post.
I progetti standardizzati devono però aver raggiunto un risparmio energetico di almeno 5 TEP nel primo anno di rendicontazione.

 

Sei interessato a nuove normative, incentivi e adempimenti?
Ne parleremo al LUMI Roadshow, a Padova il 7 giugno 2018 – SCOPRI IL PROGRAMMA!