5G, AI e IoT, i vantaggi dell’integrazione

5G IoT connettivita intelligente ILLUMINOTRONICA

Il 5G è sempre più vicino e unito a Intelligenza Artificiale e Internet of Things è pronto a cambiare, in meglio, la nostra vita quotidiana. Il concetto è stato evidenziato pochi giorni fa, al Mobile World Congress Americas. Nell’occasione l’associazione GSMA che rappresenta gli interessi degli operatori mobili di tutto il mondo (più di 750 operatori uniti a oltre 350 aziende) ha pubblicato un nuovo report dal titolo significativo: “Connettività intelligente: come la combinazione di 5G, AI e IoT è destinata a cambiare le Americhe”. Il documento sottolinea come Nord e Sud America trarranno vantaggio da questa nuova era dell’integrazione delle reti 5G con AI e IoT. Inoltre, illustra i settori chiave destinati a ricavare i maggiori benefici dalla connettività intelligente: entertainment, trasporti e manifatturiero.

GSMA prevede che il numero di connessioni 5G a livello globale raggiungerà 1,3 miliardi entro il 2025, coprendo il 40% della popolazione mondiale, ovvero circa 2,7 miliardi di persone. Per quella data, nell’area nord e sud America dovrebbero essere presenti più di 260 milioni di connessioni 5G ovvero un quinto del mercato globale.

Ma il vento di cambiamento arriverà in ogni parte del globo. Come ha segnalato il direttore generale dell’Associazione, Mats Granryd:

“La realtà aumentata e virtuale cambierà il modo in cui assisteremo agli eventi sportivi dal vivo e i concerti di musica. I droni consegneranno pacchi nelle nostre case, mentre i personal assistant virtuali gestiranno le nostre vite per noi. Le nuove reti 5G, l’intelligenza artificiale e lo sviluppo dell’Internet of Things cambieranno il mondo, collegando in modo intelligente tutto e tutti a un futuro migliore.”

Vediamo allora quali sono i settori più interessati da questa autentica rivoluzione tecnologica.

5G, AI e IoT per trasporti smart e guida autonoma

Il report segnala come la intelligent connectivity avrà un impatto sul futuro dei trasporti, consentendo viaggi più sicuri e più agevoli. Descrive come le reti 5G e i sistemi d’intelligenza artificiale permetteranno di comunicare la posizione di veicoli, biciclette e persone in tempo reale. Ciò permetterà di ridurre la possibilità di incidenti. I dati sulle condizioni meteo o della superficie stradale, sul traffico o sulla presenza di lavori in corso potranno essere trasmessi persino dal casco di un ciclista. Essi potranno fornire informazioni preziose in real time. Il contributo del 5G, combinato con AI e IoT accelererà l’introduzione dei veicoli a guida autonoma, specie taxi e camion.

Altro vantaggio, a livello di trasporti smart, vedrà protagonisti i droni. Le reti 5G consentiranno loro di fornire consegne rapide, low cost e sicure direttamente a casa dei clienti. Che ruolo svolgerà la rete? Agevolerà il coordinamento delle flotte in modo che possano volare in sicurezza. Eviterà in automatico collisioni con edifici e altri droni e forniranno connessioni sicure e in grado di gestire queste macchine in ogni situazione.

Entertainment, Industria 4.0, e-health: il ruolo di 5G e IoT

Questa tecnologia promette di cambiare radicalmente il modo in cui si vive anche la dimensione dell’entertainment. Si parla di video 4K e 8K ad altissima definizione, video 3D, ologrammi. Inoltre, ci sarà sempre più spazio per realtà aumentata e realtà virtuale per giochi e TV immersiva, oltre a servizi digitali e contenuti per gli stadi connessi, in occasione di eventi sportivi o musicali.

Realtà aumentata e virtuale e relative tecnologie sono fondamentali non solo per il tempo libero, ma per lo sviluppo di un nuovo modo di intendere i processi produttivi. In pratica, l’Industria 4.0.

L’IoT ha un ruolo strategico nella prossima era di comunicazioni. Proprio questa tecnologia consentirà di spianare la strada verso il 5G. Rispetto alle generazioni precedenti, ovvero 2G, 3G e 4G, che partivano da un obiettivo di miglioramento delle prestazioni della comunicazione tra individui, il 5G permette di arrivare a un tipo di comunicazione che si estende dalle persone alle cose. Così, sottolinea TIM:

“ai 7 miliardi di persone si aggiungono decine/centinaia di miliardi di oggetti, Internet of Things, Inteconnected Life… Una tecnologia quindi in grado di “Connettere Tutto” in modo efficiente, dedicando le risorse necessarie al contesto applicativo, coerentemente con l’esigenza e la capacità di spesa del Cliente”.

5G, tra scenari internazionali e situazione in Italia

Partendo da questi presupposti, la portata dell’avvento del 5G è potenzialmente enorme. Gli operatori internazionali stanno lavorando attivamente per farsi trovare pronti e lanciare i propri servizi commerciali. Gli USA affermano che saranno tra i primi al mondo a lanciarli.

Da qui gli annunci dei protagonisti del settore: per esempio, Ericsson ha firmato un accordo da 3,5 miliardi di dollari per implementare la rete 5G di T-Mobile negli Stati Uniti. Ericsson è tra le aziende che hanno permesso alla tecnologia di divenire uno standard, insieme a Nokia, Huawei, Qualcomm. Tutti questi colossi avranno i loro vantaggi, in termini di guadagni sotto forma di royalty.

E l’Italia? Proprio in questi giorni è in pieno svolgimento la fase dei “miglioramenti competitivi per la procedura di assegnazione delle frequenze per il 5G“, fa sapere il Ministero dello Sviluppo economico. Partita da offerte iniziali di 2,5 miliardi di euro, l’ammontare ieri ha sfiorato i 3,9 miliardi di euro.

Di connettività 5G e di IoT se ne parlerà lunedì 24 settembre alla tavola rotonda “IoT Connectivity“, organizzata da Assodel; questi temi avranno, inoltre, ampia eco nei convegni di ILLUMINOTRONICA